Post in evidenza

  • Marco Piazza

    12 novembre 2019

    Quando i fondi esteri sono CFC

    La nuova disciplina CFC è applicabile anche ai soggetti residenti in Italia che detengano azioni o quote di organismi di investimento  esteri, ma con riferimento a una parte di proventi del fondo derivati da una tipologia di investimenti molto circoscritta: praticamente solo quelli (titoli atipici italiani o esteri e  cambiali finanziarie obbligazioni italiane diverse da quelle emessi dalle banche o da società quotate) che, se percepiti da un  in fondo italiano sarebbero stati assoggettati a ritenuta d’imposta in capo al ...
    | Area: Fisco |
  • Claudio Bovino

    16 luglio 2019

    Decreto n. 62/2019 "End-of-Waste": come ti riciclo il pannolino

    Il decreto 15 maggio 2019, n. 62 detta i criteri da rispettare per poter recuperare e riciclare i c.d. PAP, “prodotti assorbenti della persona” come pannolini, pannoloni e assorbenti una volta utilizzati. Grazie al provvedimento - in vigore dal 23 luglio 2019 - le plastiche eterogenee a base di poliolefine, il SAP (Super Absorbent Polymer) e la cellulosa derivanti dal recupero di rifiuti di prodotti assorbenti per la persona (PAP), potranno cessare di essere qualificati come rifiuto ai sensi e ...
    | Area: Ambiente |
  • Paola Salazar

    2 luglio 2019

    Come evitare che il Lavoro agile diventi Lavoro fragile

    Il Lavoro agile è definito dalla legge come una modalità flessibile di esecuzione della prestazione lavorativa finalizzata a “incrementare la competitività” e ad “agevolare la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro” che si realizza mediante “accordo tra le parti”. Troviamo quindi l’elemento fondamentale di qualunque regolazione contrattuale: l’esigenza di bilanciamento tra due opposti interessi che trova composizione – anche in senso giuridico – nell'accordo mediante il quale le parti - datore di lavoro e lavoratore – regolano la possibilità ...
    | Area: Lavoro |
  • Luigi De Valeri

    17 giugno 2019

    Valido il recesso del socio dopo la modifica dello statuto quanto alla distribuzione degli utili

    Il recesso del socio quando mutano le clausole dello statuto sulla distribuzione degli utili è valido ed efficace e le quote di suo interesse vanno valutate e liquidate in suo favore. Il tema dei diritti del socio nelle società di capitali è sempre di evidente interesse per un gran numero di soggetti che detengono quote anche minime del capitale per cui, traendo spunto dall'esperienza maturata nel tempo e, in primis, da una recente decisione della Suprema Corte, torno ad occuparmi dei ...
    | Area: Diritto |
  • Achille Tesseri

    21 novembre 2016

    Gestionale del Credito: verticale oppure orizzontale?

    L’attività di prevenzione e gestione del credito necessita quotidianamente dell’acquisizione e dell’elaborazione di informazioni provenienti da fonti interne ed esterne come dei dati aggiornati,  utili a definire strategie e liste di lavoro. Il profilo di rischio di ciascun cliente può cambiare velocemente ecco perché non si può più lavorare in maniera destrutturata ma occorre dotarsi di un gestionale. Le domande che spesso mi trovo ad affrontare sono molteplici in quanto l’unica consapevolezza da parte della aziende è quella di accantonare carta, pdf ...
    | Area: Impresa |
  • Ugo Fonzar

    4 novembre 2016

    Mi firmano i consulenti esterni la dichiarazione CE di conformità – puntata 2

    E io gli dico: "hai due minuti? mettiti a sedere che ti spiego (ora che ho letto meglio un po' tutto)" E lui: "ok, ti ascolto" E io: "C'è IL FABBRICANTE che è definito dalla direttiva macchine come (tolgo le parti non di interesse) persona fisica o giuridica che progetta e/o realizza una macchina ..., ed è responsabile della conformità della macchina ... ai fini dell'immissione sul mercato con il proprio nome o con il proprio marchio ovvero per uso personale; in mancanza ...
    | Area: Sicurezza |

Ultimi post pubblicati

Marco Piazza

Marco Piazza
12 novembre 2019

La trappola fiscale delle fondazioni del Liechtenstein

Di norma, una fondazione di famiglia del Liechtenstein, la fondazione si comporta come una mera fiduciaria, fino a quando il fondatore è in vita, poiché il consiglio di fondazione esegue pedissequamente le disposizioni del fondatore. Con il decesso del fondatore, il consiglio di fondazione comincia ad esercitare pienamente i poteri...
| Area: Fisco |

Marco Piazza

Marco Piazza
12 novembre 2019

Quando i fondi esteri sono CFC

La nuova disciplina CFC è applicabile anche ai soggetti residenti in Italia che detengano azioni o quote di organismi di investimento  esteri, ma con riferimento a una parte di proventi del fondo derivati da una tipologia di investimenti molto circoscritta: praticamente solo quelli (titoli atipici italiani o esteri e  cambiali...
| Area: Fisco |

Ennio Vial

Ennio Vial
12 novembre 2019

Novità sulla tassazione dei beneficiari italiani di un trust?

L’art. 13 D.L. 124/2019 ha introdotto nuove previsioni in tema di tassazione dei beneficiari fiscalmente residenti in Italia di trust esteri. La norma, ad ogni buon conto, esplica efficacia anche nei confronti di trust stabiliti in Italia. In estrema sintesi, l’art. 13 co. 1 lett. a) integra la lett. g...
| Area: Fisco |

Ennio Vial

Ennio Vial
18 settembre 2019

Trust: c’è una sentenza per te!

Ancora una sentenza favorevole al pagamento differito delle imposte di donazione rispetto al momento dispositivo, ossia del passaggio dal disponente al trustee. La sentenza si colloca nella scia di quello che ormai è una linea di pensiero ormai definita. In varie occasioni i giudici hanno ripercorso il loro cammino fornendo...
| Area: Fisco |

Marco Piazza

Marco Piazza
11 settembre 2019

Dubbi inspiegabili sul trasferimento all'estero senza l'AIRE

Incomprensibile passo indietro dell'Agenzia delle Entrate sulla valenza delle convenzioni internazionali per la soluzione dei conflitti di residenza delle persone fisiche che si sono trasferiti all'estero senza essersi cancellati dall'Anagrafe dei residenti. Apparentemente, infatti, la risposta 270 del 2019 sembra negarlo, nonostante solo qualche mese fa,  la risposta 203 abbia affermato...
| Area: Fisco |

Mario Damiani

Mario Damiani
11 settembre 2019

Il pasticcio dei crediti di imposta ecobonus-ecosisma

Il recente provvedimento dell'Agenzia delle entrate che regola le modalità di esercizio dell'opzione per la fruizione del credito d'imposta per interventi di riqualificazione energetica e di rischio sismico sotto forma di sconto sul prezzo della fornitura ripropone un vecchio ritornello. Quello che si tende a scaricare su altri l'onere effettivo...
| Area: Fisco |

Antonio Veneruso

Antonio Veneruso
11 settembre 2019

Transfer pricing - royalties: recupero a tassazione ex C.M. n. 32/1980

La Suprema Corte di Cassazione, con la recente sentenza del 5 aprile 2019, n. 9615, si è pronunciata ancora una volta in materia di trasnfer pricing. Più in dettaglio, nel caso di specie, i giudici di legittimità si sono occupati della corretta determinazione del “valore normale” dei costi dedotti da...
| Area: Fisco |

Claudio Bovino

Claudio Bovino
16 luglio 2019

Decreto n. 62/2019 "End-of-Waste": come ti riciclo il pannolino

Il decreto 15 maggio 2019, n. 62 detta i criteri da rispettare per poter recuperare e riciclare i c.d. PAP, “prodotti assorbenti della persona” come pannolini, pannoloni e assorbenti una volta utilizzati. Grazie al provvedimento - in vigore dal 23 luglio 2019 - le plastiche eterogenee a base di poliolefine,...
| Area: Ambiente |

Marco Piazza

Marco Piazza
15 luglio 2019

Mutui abitazione principale: discriminati i non residenti

Un insegnante ha contratto un mutuo per l'acquisto della sua abitazione principale localizzata in Austria. L'insegnante risiede in Austria con la famiglia (è iscritto all'A.I.R.E da vent'anni), ma lavora in Italia come dipendente pubblico presso una scuola di Bolzano. Il suo stipendio   è tassato solo in Italia per effetto dell'articolo 19...
| Area: Fisco |

Paola Salazar

Paola Salazar
2 luglio 2019

Come evitare che il Lavoro agile diventi Lavoro fragile

Il Lavoro agile è definito dalla legge come una modalità flessibile di esecuzione della prestazione lavorativa finalizzata a “incrementare la competitività” e ad “agevolare la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro” che si realizza mediante “accordo tra le parti”. Troviamo quindi l’elemento fondamentale di qualunque regolazione contrattuale: l’esigenza...
| Area: Lavoro |

Diventa Blogger

Postilla è promossa da: IpsoaIl FiscoCedamUtetIndicitalia